Un pomeriggio a braccia aperte!

img_8496

Un enorme sipario con il logo della campagna Bologna a braccia aperte ha accolto le tante famiglie che sono venute nella nostra sede, in Mura di Porta Galliera, a parlare con noi di accoglienza e affido familiare. Il 25 maggio tra tavoli aperti e sedie in giardino abbiamo raccontato le tante declinazioni che può avere l’accoglienza familiare,  attraverso le esperienze di chi questi percorsi li vive sulla propria pelle.

Abbiamo spiegato cosa vuol dire accogliere in casa un bambino molto piccolo con il Progetto Cicogna, o come si può mettere a disposizione il proprio tempo per sostenere e aiutare una famiglia nella gestione di alcuni momenti della giornata tramite i percosi di affiancamento e appoggio familiare.

Bologna a braccia aperte è il frutto del cammino che Open Group, insieme ad ASP Città di Bologna, al Comune di Bologna e all’associazione Amiss, ha iniziato nell’autunno del 2016, con l’obiettivo di costruire una campagna di informazione e sensibilizzazione particolare, che non partisse solo dall’alto, ma che coinvolgesse anche i tanti protagonisti che quotidianamente sono impegnati in questi percorsi. Per cercare di comunicare insieme l’accoglienza familiare abbiamo organizzato alcuni laboratori con i protagonisti dell’affido familire, per decidere  con loro quali parole usare, quali immagini e come spiegare al meglio un’esperienza così intensa.

Questa campagna si è tradotta anche in tre dirette radio, “Radio a braccia aperte”, in onda sulle frequenze di Radio Città del Capo. Queste puntate hanno accompagnato gli ascoltatori verso l’evento conclusivo del 25 maggio.

Il lungo pomeriggio di festa e di riflessione è stato raccontato inoltre in una lunga diretta radiofonica di un’ora, che ha dato voce non solo a chi con Open Group ha dato vita alla campagna, ma anche a tutti i protagonisti che ci hanno raggiunti nella nostra sede.

La prima puntata di “Radio a braccia aperte” ha avuto come protagonista Chiara Labanti, responsabile del Centro per le Famiglie ASP, che ha spiegato gli obiettivi principali del lungo lavoro svolto durante questi mesi. E’ la volta poi di Cinzia De Angelis, psicologa del servizio minori e famiglie ASP Città di Bologna, che ha coordinato i laboratori con le famiglie. In chiusura la voce di Anna Braca di Open Group che ci ha accompagnati nel Progetto Cicogna e nell’appoggio familiare.

Queso l’audio della prima diretta

Le modifiche alla legge n. 184 del 1983 (diritto alla continuità affettiva dei bambini e delle bambine in affido familiare) è l’approfondimento della seconda diretta. L’avvocato Dario Vinci, esperto in diritto minorile e consulente del Comune di Bologna sul tema affido, ha spiegato ai microfoni di “Radio a braccia aperte” quali sono le nuove disposizioni della legge sulla continutà degli affetti e che conseguenze hanno praticamente in un percorso di accoglienza familiare.

Questo l’audio completo

Nella terza e ultima puntata abbiamo dato spazio alle voci e alle testimonianze dei protagonisti dell’affido e dell’affiamcamento familiare, mentre Stefania Pilastrini del Centro per le famiglie di ASP ha spiegato chi può partecipare a questo tipo di percorso e che tipo di sostegno riceve.

Ecco alcune immagini del pomeriggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*