M.G. un papà affidatario

Un’esperienza eccezionale può diventare un fatto ‘normale’, seppur con due virgolette attorno? Ed è giusto farlo? Io penso di sì. Accettare un bimbo in casa, un bimbo abbandonato o in una situazione difficile, la prima volta è emozionante, coinvolgente, forse totalizzante. Fatta la prima, le altre sono in discesa. A patto di avere al fianco una donna con fiocchi e controfiocchi, dei bravi figli e delle amiche che ti aiutino al momento del bisogno. Insomma una rete con un perno al centro che si chiama moglie. Continue reading M.G. un papà affidatario

Marta e Daniele

E’arrivato il momento: ieri sera sono venute a fare un incontro le referenti dell’affido e ci hanno comunicato che a breve ci sarà la prima udienza per decidere del futuro del bambino che accogliamo; ci hanno detto che i servizi sociali pensano che a breve potrebbe uscire un decreto che parla di adottabilità sia per lui che per i suoi fratelli. Se questo sarà confermato dal giudice il bambino potrebbe “partire” tra qualche mese. Continue reading Marta e Daniele